top of page

BLOG

  • Immagine del redattoreDomenico Carere

Coach per musicisti. A chi serve e perché?


Vuoi iniziare lo studio di uno strumento musicale nelle condizioni ottimali? Vuoi migliorare il tuo livello? Mettere a punto la tua performance prima di un concerto, di un concorso, di un’audizione o di un esame? O magari sostenere i progressi di tuo figlio? In ognuna di queste situazioni il coaching per musicisti è un’ottima soluzione, ma tutto sta nello scegliere il coach giusto. Per aiutarti nella scelta, ti spiegheremo i vantaggi dello studio sotto la guida di un coach e le principali cose da considerare.


Qual è il ruolo del coach per musicisti?

In genere gli insegnanti di musica lavorano sugli aspetti teorici delle discipline musicali o sulla tecnica specifica di uno strumento musicale. La buona notizia è che questo ti consentirà di avere una solida preparazione e dei buoni voti a scuola o all’università, la cattiva notizia è che tutto questo non basta nella vita reale di un musicista.

Il coaching per musicisti approfondisce anche tanti altri aspetti fondamentali lavorando sul musicista a 360°. A seconda delle tue esigenze e del tuo livello può includere anche:


  • una preparazione mentale, particolarmente raccomandata per dare il massimo prima di una performance e per aiutarti a gestire le emozioni;

  • un percorso incentrato all’ autorealizzazione ed al raggiungimento di obiettivi di felicità;

  • un lavoro sulla condizione fisica, con sessioni di yoga e fitness;

  • un accompagnamento nutrizionale, perché l’alimentazione ha un impatto importante sulle performance artistiche;

Insomma, puoi considerare il coaching per musicisti come un percorso completo.

In una prima fase può prevedere sessioni di gruppo, idealmente deve diventare un percorso del tutto personalizzato per permetterti di raggiungere più facilmente i tuoi personali obiettivi.


Quando devo rivolgermi ad un coach?

Puoi ricorrere al coaching musicale in numerose situazioni. Prendilo seriamente in considerazione se vuoi:


  • iniziare a praticare lo studio di uno strumento musicale in condizioni ottimali. I consigli del tuo coach ti aiuteranno a padroneggiare rapidamente le tecniche mentali per ottenere il massimo da ogni singola sessione di studio e da ogni performance;

  • migliorare il tuo livello semplicemente per il raggiungimento di obiettivi di felicità o nell’ottica di performance in ambito professionale;

  • esprimere pienamente il tuo potenziale e diventare la versione migliore di te stesso attraverso la musica;


Naturalmente puoi ricorrere ad un coach anche se sei già un/a professionista. Una lunga esperienza accademica e/o artistica  non rappresentano una garanzia per progredire autonomamente: uno sguardo obiettivo dall’esterno sulle tue performance e sulla tua carriera ti permetterà di identificare più facilmente quello che potrai ancora migliorare.  

Infine, rivolgerti ad un Music coach è una buona opzione per il tuo bambino o il tuo adolescente se vuoi:


  • fargli scoprire il piacere della musica con la garanzia che il suo studio si svolgerà in modo formativo e stimolante;

  • aiutarlo a vivere fino in fondo la sua passione, se è già un grande amante dell’arte e della musica;

  • vivere e gestire al meglio il difficile rapporto con la scuola statale;

  • incoraggiare la sua carriera, se si orienta verso la professione di musicista o di insegnante.


Quali sono i principali criteri per scegliere bene il tuo coach?

È vero che gli insegnanti professionisti sono in genere dei musicisti o degli ex-musicisti … allora perché? Semplicemente perché essere un «animale da palcoscenico» non significa per forza essere un/a «insegnante di talento». Quello di cui hai bisogno è qualcuno capace di trasmettere la propria passione e la propria conoscenza della musica in un’ottica di crescita!

Un altro criterio importante è il metodo impiegato dal coach! Su questo punto non possiamo che consigliarti di privilegiare il coaching musicale personalizzato.

Non lo ripeteremo mai abbastanza: l’accompagnamento individualizzato è la scelta migliore per progredire nella musica. Un buon coach deve essere capace di adattare il tuo programma di allenamento in modo da migliorare i tuoi punti deboli e sfruttare al massimo quelli forti.

Il programma di coaching per musicisti proposto da Domenico Carere e dal suo team certificato si ispira al celebre metodo “Guitar Workout - sprigiona il tuo vero talento”,  è forte di un’esperienza trentennale e dispone, inoltre, di altre strutture di supporto: una sala di registrazione, una libreria musicale, un fornitissimo shop musicale ed un centro yoga. Il nostro Music coaching si svolge tutto l’anno con sessioni di gruppo e personalizzate sia in aula che all’aperto per adulti, adolescenti e bambini e attraverso l’organizzazione di appositi live seminar.

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page